Si può pagare il parrucchiere con il reddito di cittadinanza?

Si può pagare il parrucchiere con il reddito di cittadinanza?

Con il Decreto Legge del 28 gennaio 2019, il Governo italiano ha istituito ufficialmente il cosiddetto Reddito di Cittadinanza. Si tratta, nel particolare, di una forma di sostegno economico che prevede una somma di denaro che viene erogata in favore di persone che dimostrano uno stato di indigenza tale da richiedere il supporto dello Stato.

Ovviamente, come detto, non tutti possono fare richiesta per ottenere il Reddito di Cittadinanza, che quindi si rivolge esclusivamente a disoccupati, inoccupati e lavoratori che hanno una situazione economica ISEE al di sotto di una certa soglia. E in ogni caso, l’ottenimento al Reddito di Cittadinanza prevede comunque una serie di obblighi, quali l’iscrizione ad un centro di impiego, la possibilità di svolgere lavori di pubblica utilità e infine il dovere di accettare proposte di impiego ritenute idonee dopo un certo numero di rifiuti.




La somma di denaro che è possibile ottenere con il Reddito di Cittadinanza varia molto a seconda della propria situazione finanziaria di partenza, e non dura a vita ma ha una sua scadenza.

Il denaro elargito viene erogato su un’apposita carta RDC che funziona esattamente come una normale carta di debito, con la sola differenza che invece di essere ricaricata dal privato cittadino viene caricata direttamente dallo Stato. Dunque può essere tranquillamente utilizzata per effettuare bonifici, pagare bollette ed essere impiegata presso negozi muniti di Pos. Tuttavia, alcuni beni o servizi non sono inclusi tra quelli ammessi dal Reddito di Cittadinanza, e non è dunque possibile usufruirne.

In questo articolo vedremo quindi se è possibile utilizzare il Reddito di Cittadinanza per pagare parrucchieri o estetisti.

Parrucchieri ed estetisti: è possibile pagarli con il Reddito di Cittadinanza?

Andiamo subito al dunque e rispondiamo in modo secco: no, non è possibile pagare il parrucchiere e l’estetista con il reddito di cittadinanza.

L’importo ottenuto tramite questa forma di sostegno economico, infatti, è destinato esclusivamente all’acquisto di beni di prima necessità. Questi includono le spese quotidiane, l’affitto, le spese mediche, abbigliamento, elettrodomestici, farmaci, bollette… ma sono per ovvi motivi esclusi beni di lusso, lotterie e gioielli.




Tra i servizi che è possibile pagare con il Reddito di Cittadinanza sono quindi escluse le spese legate a parrucchieri e centri estetici, in quanto non inclusi tra i beni di prima necessità.

Ovviamente, queste informazioni sono essenziali non solo per i privati cittadini che usufruiscono di questo supporto ma anche per gli stessi commercianti che si chiedono se sia possibile andare incontro alla loro clientela accettando questo metodo di pagamento.

Va da sé che si tratta di un obbligo legale, che quindi deve essere rispettato da entrambe le parti.

Cosa succede se si viola la norma?

Quindi, nel caso in cui non si rispettino i limiti imposti dalla legge e si cerchi di acquistare o di usufruire di servizi non inclusi tra quelli ammessi, si corre il rischio di incorrere in multe salate fino alla perdita definitiva del sussidio. È quindi bene fare particolarmente attenzione a ciò che si può e non si può acquistare con la carta Reddito di Cittadinanza.

Qualcuno potrebbe comunque pensare di effettuare un prelievo e pagare in questo caso il parrucchiere in contanti. È infatti possibile prelevare dalla carta RDC tra i 100 e i 220 euro al mese, a seconda della composizione del proprio nucleo familiare (dalle persone singole fino alle coppie che hanno a carico due figli e una persona con disabilità o non autosufficiente). Prelevando il denaro è teoricamente possibile pagare in contanti il parrucchiere o l’estetista e non essere tracciati, ma non è in nessun modo consigliato.




Infatti, l’eventualità di un controllo è sempre possibile e sta sia al consumatore che al commerciante far rispettare tali obblighi evitando spese non consentite.

Conclusioni

In definitiva, per quanto il Reddito di Cittadinanza sia una risorsa che va in aiuto a molte persone che non hanno fonti reddituali elevate e versano in condizioni difficili, ci sono molti obblighi e limitazioni da rispettare.

Se qualcuno che usufruisce di questo strumento di sostegno ha il desiderio di andare dal parrucchiere, la brutta notizia è che, al momento e stando alle leggi attutali, non è possibile farlo servendosi della carta Reddito di Cittadinanza.

Altre vie, come quella che prevede il prelievo di contanti, non sono assolutamente ammesse. Chiunque violi queste regole rischia di andare incontro a sanzioni anche piuttosto gravi, come ad esempio il ritiro del sussidio in modo definitivo.

Da parte loro, i commercianti devono comunque impegnarsi a far rispettare tali regole, dal momento che anche loro possono essere sottoposti ad eventuali controlli e dunque a sanzioni in casi di violazione delle norme.







Hai bisogno di soldi? Cerchi finanziatore privato italiano?

Hai bisogno di soldi? Cerchi finanziatore privato italiano?

Hai bisogno di soldi? Offro soldi in prestito senza CRIF. La mia fiducia va oltre e mi bastano le tue garanzie

59 comments
Prestiti tra privati Roma, Milano, Napoli, Torino, Palermo, Genova, Bologna, Firenze, Bari, Catagnia e altre città

Prestiti tra privati Roma, Milano, Napoli, Torino, Palermo, Genova, Bologna, Firenze, Bari, Catagnia e altre città

Prestiti tra privati seri senza spese anticipate Prestiti tra privati Roma, Milano, Napoli, Torino, Palermo, Genova, Bologna, Firenze, Bari, Catagnia

383 comments
Prestiti tra privati cattivi pagatori

Prestiti tra privati cattivi pagatori

Esistono prestiti tra privati cattivi pagatori in modo tale da aiutare più persone economicamente. Solitamente, gli intermediari finanziari chiudono la

3 comments
Trovare soldi subito

Trovare soldi subito

Se ti stai chiedendo come trovare soldi subito, sappi che esiste una soluzione più valida. Il prestito tra privati ti

5 comments
4 credit prestiti cambializzati

4 credit prestiti cambializzati

Buona sera mi chiamo Simone e ho 40 anni lavoro in cantiere navale da più di 20 anni assicurato ma

0 comments



Contatto

    Un pensiero su “Si può pagare il parrucchiere con il reddito di cittadinanza?

    • Giugno 22, 2022 in 7:25 am
      Permalink

      Buongiorno sono un privato italiano e offro prestiti tra privati che potrai restituire con cambiali.
      Contattami per ricevere un prestito veloce, sicuro e senza anticipo.
      prestito365@gmail.com
      Ti aspetto.

      Rispondi

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *