Prestito da privato a società

Prestito da privato a società, Prestito tra privati e aziende

Come funziona il prestito da privato a società srl? In questa guida ti illustreremo tutti i dettagli del finanziamento di privati a srl, cos’è, come funziona, e quali sono i regolamenti.

Finanziamento di privati a srl: cos’è

Prima di passare a parlare di cos’è il prestito da privato a società, occorre chiarire cos’è il prestito privato. Per prestito privato si intende un finanziamento che si stipula tra un soggetto privato e un altro soggetto privato.

Nel prestito tra soggetti privati, quindi, il finanziamento non viene erogato da una banca o da un altro istituto finanziario. L’unico ruolo che questi possono avere nel prestito privato è quello di intermediario finanziario.

Qualsiasi soggetto privato può erogare o ricevere un prestito: l’accordo di finanziamento può avvenire tra parenti, amici, colleghi, soci… L’accordo di finanziamento, in ogni caso, deve essere scritto: in questo modo, oltre a garantire la trasparenza e avere una qualche forma di garanzia, non si correranno rischi di fronte ai controlli dell’Agenzia delle Entrate.




Il prestito privato può essere rimborsato a rate, proprio come succede per il finanziamento erogato dalla banca; ma, in questo caso, l’accordo sul numero e l’entità delle rate viene preso da i due soggetti che partecipano allo scambio di denaro, con o senza l’intermediazione della banca o di altro istituto di credito.

Ora che conosciamo i dettagli sul prestito privato, dobbiamo domandarci se una società srl può essere considerata soggetto privato.

Finanziamento di privati a srl: è possibile?

Una società srl può essere considerata a tutti gli effetti un soggetto privato. Il prestito da privato a società, quindi, rientra nella categoria del prestito privato. Nel momento in cui dobbiamo spiegare come funziona il finanziamento di privati a srl, dobbiamo fare un’importante distinzione. I regolamenti e le procedure sono diversi, infatti, se ad erogare il prestito sia un socio della società oppure un investitore esterno.

Prestito da privato socio a società

Il prestito privato si considera erogato da un soggetto privato socio della società quando a prestare il credito sia uno o più soci dell’azienda che  abbiamo almeno il 2% del capitale sociale e che abbiano acquisito partecipazioni da almeno 3 mesi. In questo caso, i soggetti possono concedere all’azienda un finanziamento in conto socio.

Il finanziamento in conto socio è una modalità attraverso la quale i soci di un’azienda possono finanziare. Questo finanziamento non dipende dalla quota di partecipazione ed è liberamente concordabile senza bisogno di una delibera assembleare.




Il prestito privato da socio a srl si perfeziona con un accordo in forma scritta che determina i modi e i tempi di versamento e di restituzione delle somme. Condizione necessaria affinché il prestito privato sia considerato ammissibile è che la possibilità di avviare un prestito sia un’operazione prevista dallo statuto della società srl.

Scendendo ancora di più nel dettaglio, occorre precisare che i prestiti privati da soci alla società possono essere fruttiferi o infruttiferi.

  • Il finanziamento soci fruttifero deve essere rimborsato con l’applicazione di un tasso di interesse. E’, quindi, l’esatto equivalente di un finanziamento ottenuto in banca o presso un altro istituto di credito. L’unica differenza con quest’ultimo è che i tassi di interesse, nell’accordo tra privati, sono generalmente più bassi di quelli applicati dalle banche.
  • il finanziamento soci infruttifero può essere un versamento a fondo perduto in favore della società, oppure un prestito privo di interessi. Nel primo caso, il prestito non diventa un debito per la società, che non è tenuta a rimborsare la somma in nessun modo; il prestito va quindi direttamente ad aumentare il valore del Patrimonio Netto nello Stato Patrimoniale dell’azienda. Nel secondo caso, il prestito ha carattere di debito, ma potrà essere rimborsato senza l’applicazione di tassi di interesse.

Prestito da privato non socio a società srl: è possibile?

Le società possono ricevere finanziamenti privati anche da soggetti che non sono soci dell’azienda. QUesto tipo di prestito è regolamentato dalla deliberazione CICR/2005.

Ma cosa si intende per soggetto privato non socio? Per “non-socio” si intende un soggetto completamente esterno all’azienda, che non ha legami con essa. E’ bene specificare che il soggetto privato non socio può essere anche un’altra azienda o ente, a patto che non sia un ente di credito o un istituto finanziario (in quest’ultimo caso, non si tratterebbe più di finanziamento privato).




Il prestito da privato non socio a società srl avviene attraverso la stipula di un contratto scritto tra privati che deve necessariamente contenere le indicazioni circa la natura del prestito, oltre che a tutti gli altri dettagli, come la somma prestata e l’accordo sulla rateizzazione del rimborso.

Il contratto di prestito, inoltre, deve essere opportunamente registrato. A questo proposito, è accettabile anche uno scambio di lettere raccomandate. Formalmente, lo scambio dovrà contenere la proposta da parte di uno dei due soggetti coinvolti, e l’accettazione.

E’ importante precisare che il prestito privato da soggetto terzo non socio, stipulate mediante trattative private regolarmente registrate, non costituisce “raccolta di risparmio tra il pubblico”.

La raccolta di risparmio tra il pubblico è una modalità di acquisizione di fondi con l’obbligo di rimborso che può avvenire sotto forma di depositi o altra forma. QUesta modalità non è consentita per le società commerciali srl. Il prestito privato stipulato con contratto in forma scritta, invece, non rientrando nella formula della raccolta di risparmio, è consentito anche per le società commerciali srl.




Per riassumere, il prestito da privato non socio a società srl è ammissibile quando di verificano entrambe le seguenti condizioni:

  1. il prestito è concordato tramite trattativa privata (e non offerta pubblica);
  2. nel contratto di finanziamento è indicata la natura e la destinazione del prestito.

Conclusioni Prestito tra privati e aziende

Un prestito privato è un finanziamento che coinvolge due soggetti privati. Sono considerati soggetti privati anche le società srl che, pertanto, possono ricevere ed erogare prestiti privati.

Parlando di prestiti privati ad aziende, però, dobbiamo distinguere tra il prestito privato da socio e prestito privato da non socio della società alla quale viene erogato il finanziamento. Entrambi i casi sono consentiti ma, come abbiamo visto, devono essere rispettate alcune condizioni.







Prestiti tra privati senza busta paga

Prestiti tra privati senza busta paga

Se non potete contare su un prestito bancario, la mia offerta fa al caso vostro. Offro prestiti privati senza busta

18 comments
Prestiti privati senza anticipo spese

Prestiti privati senza anticipo spese

Prestiti privati senza anticipo spese Offro un prestito a tutti i tipi di privati, anche cattivi pagatori Non chiedo alcun

16 comments
Mi servono 50 euro subito

Mi servono 50 euro subito

Buongiorno, Sono una lavoratrice a tempo indeterminato, Le scrivo perché avrei bisogno di un piccolo prestito, 3000 euro che posso

1 comment
Prestiti privati

Prestiti privati

Avete bisogno di contanti senza inutili formalità? Siete interessati a condizioni di collaborazione semplici ed eque? Questa offerta è solo

12 comments
Mi servono 200 euro subito

Mi servono 200 euro subito

Ti servono 200 euro subito? 2000 euro? 20 000 euro? Nessuna banca ti concede un prestito perché non puoi offrire

4 comments
offro prestito urgente

Offro prestito urgente

Hai bisogno di un prestito ?. Sei stato online a cercare una legittima e un prestito autentico per pagare le

263 comments
Prestiti tra privati online 

Prestiti tra privati online 

Chiedi un prestito soldi tra privati ? offro prestito immediato DA 1.000 A 15.000€ DA 12 A 48 MESI SEMPLICE E

147 comments



Contatto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *